Atti giudiziari: i codici tributo per la registrazione


Istituiti i codici tributo per il versamento, tramite modello F24, delle somme dovute in relazione alla registrazione degli atti dell’autorità giudiziaria richieste dall’Agenzia delle entrate. Ridenominati i codici tributo delle somme dovute in relazione alla presentazione della dichiarazione di successione per consentire il versamento delle somme dovute a seguito degli avvisi di liquidazione emessi dagli Uffici, da utilizzare esclusivamente mediante il modello F24 (Agenzia delle Entrate – Risoluzione 18 luglio 2018, n. 57/E).

Per consentire, con un’unica operazione, il pagamento di tutte le imposte e tasse liquidate dagli uffici dell’Amministrazione, mediante il modello F24, è stato istituito il codice tributo “AAGG” denominato “Registrazione atti giudiziari – somme liquidate dall’ufficio”.
Il versamento delle somme in parola può essere effettuato utilizzando il modello precompilato.
Nell’eventualità in cui il contribuente, intenda versare solo una quota dell’importo complessivamente richiesto, sono utilizzati i seguenti codici tributo:
– “A196” denominato “Atti giudiziari – Imposta di registro – somme liquidate dall’ufficio”;
– “A197” denominato “Atti giudiziari – Sanzione imposta di registro – somme liquidate dall’ufficio”;
– “A140” ridenominato “Atti giudiziari e Successioni – Imposta ipotecaria – somme liquidate dall’ufficio”;
– “A141” ridenominato “Atti giudiziari e Successioni – Imposta catastale – somme liquidate dall’ufficio”;
– “A146” ridenominato “Atti giudiziari e Successioni – Imposta di bollo – somme liquidate dall’ufficio”;
– “A148” ridenominato “Atti giudiziari e Successioni – Sanzione Imposta di bollo– somme liquidate dall’ufficio”;
– “A149” ridenominato “Atti giudiziari e Successioni – Sanzione Imposte e tasse ipotecarie e catastali – somme liquidate dall’ ufficio”;
– “A152” ridenominato “Atti giudiziari e Successioni – Interessi – somme liquidate dall’ufficio”.